WOMAN's JOURNAL

Perbenismo e unghie affilate / blog Watching a movie

di Valentina Zoccolo

George Cukor è stato definito “il regista delle donne”. Non poteva essere altrimenti dopo Donne (qui alcuni minuti del film), commedia agrodolce del 1939, condita con tanta ironia e un po’ di sarcasmo in cui le protagoniste sono tutte donne, nessun uomo compare mai sulla scena anche se di loro si parla per tutta la durata del film.

L’universo femminile ritratto dal regista mette in luce quello che all’epoca – la commedia è ambientata negli anni Trenta – appariva come il “lato oscuro del gentil sesso”, i piccoli grandi difetti per cui la donna era considerata comunque pericolosamente irresistibile. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Archiviato in:commenti, cultura & scienza, WATCHING A MOVIE, , ,

Gli uomini e le donne sono uguali. Capitolo quattro / BLOG MIPIACE

4.

Ore 22,00

«E quindi hai forato proprio qui sotto!» esclamò lei dopo aver ascoltato il racconto dell’avventura pomeridiana del suo compagno.

Seduti a tavola con i piatti ormai vuoti e sporchi di pomodoro, i due stavano conversando in tranquillità quando l’anta della libreria iniziò a tremare. E così anche il lampadario. L’acqua nei bicchieri si agitò,  un’onda nel lago.

I loro sguardi si incrociarono, il silenzio invase la stanza. Nessuno dei due si mosse. Fuori pioveva già da mezz’ora. Lui rimase con la forchetta nella mano destra e il tovagliolo di carta stropicciato nella sinistra. Lei stringeva forte i bordi del tavolo. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:MIPIACE, , , , , , , , ,

Cercasi imprenditrice agroalimentare per il premio GammaDonna

L’Associazione GammaDonna annuncia la quinta edizione del premio GammaDonna 10 e Lode, destinato a cinque imprenditrici che si sono distinte per la capacità di innovare – attraverso la creazione di un’impresa o l’introduzione di nuovi processi o prodotti – nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2002 e il 31 dicembre 2009. Quest’anno il premio è dedicato a imprenditrici del settore agroalimentare e sarà assegnato il 14 dicembre presso il Centro Ricerche Ferrero, ad Alba (Cuneo). L’assegnazione sarà l’occasione per aprire un confronto sui comportamenti più efficaci per ottenere risultati positivi nel mercato internazionale. Modererà il dibattito il giornalista, scrittore e critico gastronomico Edoardo Raspelli.

Abbiamo fatto qualche domanda sul premio a Valentina Parenti, Ad di Valentina Communication, la società che ha ideato il salone GammaDonna. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:economia, , , ,

Una ragazza che sceglie per sé

di Valentina Zoccolo

Tra le colline toscane si cela una grande tradizione artistica, fatta di scultori, poeti, scrittori e attori. È qui che il regista Bernardo Bertolucci sceglie di girare Io ballo da sola, film del 1996 che segna il suo ritorno in Italia dopo anni di fortunate esperienze all’estero.

Interpretato da Jeremy Irons, Carlo Cecchi, Sinead Cusack, Stefania Sandrelli, Joseph Fiennes e Liv Tyler, il film racconta l’estate di Lucy, diciannovenne americana mandata in vacanza in Toscana (dove era già stata cinque anni prima) dal padre, ospite di una coppia di amici che vivono in uno splendido casolare con figli di primo e secondo letto, amici e comparse varie. Tutti artisti che conosceva la madre della ragazza, una tormentata poetessa morta suicida qualche tempo prima.

Lucy, bella, giovane, ingenua e curiosa, vuole cercare di scoprire qualcosa in più sull’identità del suo vero padre, del quale ha trovato traccia in una poesia della madre, e aspetta con pazienza che i pezzi del puzzle vadano a incastrarsi, mentre vicende sentimentali e umane si intrecciano intorno a lei. Ma il film è soprattutto la storia dell’educazione sentimentale e sessuale della ragazza, Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:cultura & scienza, , , , ,

L’anima stratificata nei disegni di Emila Sirakova / BLOG WOMAN’S ART

[di Giovanna Lacedra]

Veli di lieve ed incisivo sentire. Trasparenze pervase di giochi chiaroscurali. Sono gli strati di carta oleata su cui Emila Sirakova – artista di origine bulgara –, traduce di ogni donna l’anima stridente. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:cultura & scienza, società, WOMAN'S ART, ,

Gli uomini e le donne sono uguali. Capitolo tre / BLOG MIPIACE

3.

Ore 20,30

Farina, acqua, sale, lievito istantaneo (fortuna che ci sia!): c’era tutto.

Dopo aver introdotto tutti gli ingredienti nel recipiente in acciaio firmato Ikea, impastò con lo sbattitore fino ad ottenere una massa appiccicosa. Il forno, intanto, si stava riscaldando. Lui… ancora chiuso in camera. Forse guardava la TV o navigava sul suo tablet. Venti minuti più tardi la prima teglia era già in forno. Era giunto il momento di andare a far visita al recluso. Fu allora che si accorse della lavatrice: bisognava stendere il bucato! E lui se ne era dimenticato! La focaccia era in forno e ci sarebbe rimasta per un po’, c’era tutto il tempo per disporre lo stendino sul balcone e preparare un’altra teglia. Si stava asciugando le mani quando lui fece capolino in cucina. Un rapido sguardo al forno acceso e al ripiano della cucina imbandito e… Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:MIPIACE, , , , , , , , , ,

Fa male come ieri

di Gaia Nina Marano

Quella notte Valentina non poteva prendere sonno. Non era stato il cinema, né l’aria pungente tipica delle serate autunnali. Non era stato nemmeno il discorso su Marco a turbarla, a quello ci avrebbe pensato più avanti. Il fatto è che le stava ancora tremando la mano mentre la stanza era irradiata dalla bianca luce dello schermo del suo cellulare. Sullo sfondo del suo cuore si erano incise le parole di quell’ennesimo messaggio: “Avevo deciso di non sentirti più.. E invece non ci sono riuscito nemmeno questa volta. Ho fatto un sogno terribile, tu eri morta. E il dolore è stato così grande da svegliarmi. E ti sono venuto a cercare… Dimmi che ci sei e che stai bene, ho bisogno solo di saperlo, L.”.

Ancora una volta una valanga di emozioni la stava schiacciando, cosa significava quel messaggio e perché stava lì impietrita, non riuscendo più a chiudere occhio. Valentina non voleva semplicemente rispondere che era viva, che sì, non le era capitato niente di male. Lei aveva voglia di parlare con lui, in quel momento avrebbe voluto essere dotata del teletrasporto per raggiungerlo, abbracciarlo e dirgli tutto quello che sentiva dentro e che ora la stava facendo soffocare. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:commenti, UNA STANZA TUTTA PER SÉ

Alla ricerca di Ada, prima geek girl della storia

È stata una donna, Ada Lovelace Byron, a scrivere il primo algoritmo al mondo, nel 1843. Un evento eccezionale, se si considera che all’epoca le donne avevano scarsissimo accesso all’istruzione superiore. Oggi naturalmente è tutto cambiato in Occidente, ma forse conviene dire “quasi tutto”. Perché, se è vero che le donne sembrano più brave degli uomini a scuola, è vero anche che sono ancora una minoranza nei corsi di laurea tecnico-scientifici, come ingegneria e matematica. Le ragioni – culturali e sociali – sono molte, e per affrontarle la giornalista Suw Charman-Anderson ha dato vita a Finding Ada, che quest’anno si celebra anche a Torino: su iniziativa del MuPIn, il Museo piemontese dell’informatica, oggi pomeriggio alle 17.30 si terrà una tavola rotonda al Palazzo di Città. All’incontro, intitolato Il ruolo delle donne nel progresso scientifico e tecnologico, parteciperanno le studiose Cristina Bonino, Anita Calcatelli, Debora Fino, Bice Fubini e Simona Ronchi della Rocca (qui il programma e alcune informazioni aggiuntive). Contemporaneamente a Londra si svolge l’Ada Lovelace Day, arrivato alla quarta edizione.

Durante la tavola rotonda torinese sarà anche presentato il concorso Mobile Everything, destinato a programmatrici fino a 35 anni, che dovranno realizzare un’applicazione per apparati mobili come smartphone e tablet. Le prove saranno valutate da una giuria di docenti, giornalisti ed esperti del settore e la vincitrice sarà premiata il 10 dicembre.

L’iniziativa è patrocinata da Città di Torino, Dipartimento di informatica dell’Università di Torino, Politecnico di Torino, Camera di Commercio di Torino e Comitato per l’imprenditoria femminile, Commissione Regionale Pari Opportunità, Consigliera di Parità provinciale, CSP Consorzio Innovazione, Associazione Donne e Scienza, Torino Digitale, ITWIIN.

Immagine: Wikipedia

 

Archiviato in:cultura & scienza, , , , ,

Scrive su WJ

Chi siamo

Un blog collettivo per condividere, approfondire, discutere delle donne, del femminile e del maschile. Siamo anche un motore di ricerca dove trovare collegamenti a gruppi femminili, istituzioni, consultori, ong, centri di ricerca che operano in Italia e all'estero e che si occupano di genere. Qui, le donne sono protagoniste e possono sentirsi a casa. Per segnalazioni e collaborazioni: redazionewj@gmail.com

FB!

tweets

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 30,346 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: