WOMAN's JOURNAL

Woman’s Journal va in vacanza

La redazione augura a tutti buona estate e parte. Va a esplorare luoghi sconosciuti, cercare punti di vista nuovi, riempire le valigie di idee, proposte, strumenti, entusiasmo. Continueremo a farci sentire su Facebook, per il resto l’appuntamento è al 1 settembre!

Foto: Stock.Xchng

Archiviato in:commenti

Buono come mamma l’ha fatto

di Anna Davini

Nutriente, su misura, caldo al punto giusto, gratis: che il latte materno sia l’alimento più adatto per lo sviluppo e la crescita dei neonati lo ricorda da vent’anni la Settimana mondiale dell’allattamento al seno, promossa da Waba, Unicef e Oms, quest’anno in programma dal 1 al 7 agosto.

Esclusivo fino a sei mesi d’età, poi integrato da altri cibi almeno fino a un anno – raccomanda l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) – il latte di mamma è il nutrimento più sicuro e completo: è sempre disponibile e capace di adattarsi alle esigenze del neonato; è ricco di anticorpi e protegge da malattie comuni nell’infanzia come diarrea e polmonite, prima causa di morte fra i bambini nel mondo; a lungo termine, previene obesità e diabete. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:salute, , ,

Quote rosa, le donne della politica commentano la legge

(Public Policy)  – Le prime a essere felici sono le promotrici del provvedimento sulle quote rosa neiconsigli di amministrazione delle società quotate in borsa e partecipate, Lella Golfo, deputata Pdl, e Alessia Mosca, Pd. Oggi il Consiglio dei ministri ha approvato il  regolamentoattuativo per le aziende a partecipazione pubblica dellalegge sulle quote rosa nei consigli di amministrazione, atteso da mesi  “Sono molto soddisfatta questo è l’ultimo tassello di un lungo lavoro culminato con l’approvazione della legge il 28giugno del 2011 che sarà operativa il 12 agosto. Si chiude un capitolo importante per le donne italiane, è una vittoria che voglio dedicare a tutte loro”. Per Golfo, “ora si riparte dal merito e dalle competenze, noi di Fondazione Belisario vigileremo sulla sua applicazione, non daremo tregua”. Secondo Alessia Mosca, Pd, il cambiamento è già iniziato,”il regolamento attuativo servirà non tanto per le grandiaziende che sono sempre sotto i riflettori ma gli enti più piccoli, per quelle partecipate pubbliche e sono un numero elevatissimo, a cui è dedicato l’articolo 3″. Anche per l’ex ministro delle Pari Opportunità ed esponentePdl Mara Carfagna, il regolamento è “l’ultimo atto di una legge che può dirsi storica per il nostro Paese” e “darà il via ad una nuova stagione di protagonismo femminile nel mondo dell’impresa”.

Dello stesso tono è la responsabile pari opportunità del Pdl e vicepresidente delgruppo alla Camera, Barbara Saltamari: “Credo che misure transitorie, in grado di garantire una maggiore presenza femminile ai vertici delle aziende, possano giovare in termini di preparazione professionale e competitività”. Per Saltamartini, “l’obiettivo è spezzare un sistema di cooptazione tutto sbilanciato al maschile, raggiungendo una massa critica di donne presenti nei Consigli e, per questa via, innescando un circolo virtuoso”. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:diritti, economia, Politica, , , , ,

Scrive su WJ

Chi siamo

Un blog collettivo per condividere, approfondire, discutere delle donne, del femminile e del maschile. Siamo anche un motore di ricerca dove trovare collegamenti a gruppi femminili, istituzioni, consultori, ong, centri di ricerca che operano in Italia e all'estero e che si occupano di genere. Qui, le donne sono protagoniste e possono sentirsi a casa. Per segnalazioni e collaborazioni: redazionewj@gmail.com

FB!

tweets

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,818 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: