WOMAN's JOURNAL

Un video contro la violenza di genere, la campagna presentata al parlamento Ue

 

Il 16 ottobre scorso è stata lanciata presso il Parlamento Europeo una campagna contro la violenza sulle donne e l’impunità di chi la commette. La campagna, intitolata Highlighting the phenomenon of Feminicides in Europe and Latin America, è promossa da Cifca e Grupo Sur, due reti di associazioni impegnate nella tutela dei diritti umani, e dalla fondazione Heinrich-Böll-Stiftung.

L’obiettivo della campagna è fornire ad associazioni europee e latino-americane strumenti di pressione da utilizzare nei confronti dei propri governi per spingerli a iniziative legislative e politiche volte a contrastare il femminicidio e la violenza di genere.

La campagna è stata inaugurata con un video a cui hanno partecipato cittadini, parlamentari europei e rappresentanti di istituzioni come Dagmar Schumacher, direttrice dello UN Women Brussels Liaison Office, e delle associazioni come Cécile Gréboval, segretaria generale della European Women’s Lobby, e Gustavo Hernández, della Asociación Latinoamericana de Desarrollo (Alop).

L’iniziativa è appoggiata da Amnesty International, Alop, Aprodev e Oidhaco.

Archiviato in:diritti, esteri, Politica, , , , ,

Game in progress: Uno show flash sulla violenza di genere. A Milano / blog Woman’s Art

AMY D Arte Spazio  presenta GAME in progress 
12 sept_14 sept 2013,  opening 12 settembre ore 18.30

Lenuta Lazar, Antonella Riotino, Antonia Azzolini, Edyte Kozakiewiez, Fabiola Speranza, Grazyna Tarkauska, Lvath Eward, Nike Adekumie, Brunella Cock, Gabriella Falzini, immigrata di colore, 25 anni (08/02/2012). Le cronache non riportano neppure il nome. La lista dei femminicidi, vera sclerosi culturale, è lunghissima suddivisa non equamente tra i vari Stati.

La violenza avrà mai fine? 

È con questo interrogativo che è nato GAME in progress, specializzazione (i programmatori di videogiochi lo chiamerebbero sviluppo) del progetto THE GAME business and manipulation inaugurato il 26 giugno scorso.
Questo show flash, a seconda dei vari artisti, diventa opera poetica con la performance di Giò Lacedra – L’Aspirante – omaggio a Sylvia Plath e la partecipazione straordinaria di Roberto Milanio progetto, come “SE tu Fossi Me” di Maria Sara Cetraro e Serena Giardino, finalista nell’ambito del contest nazionale “No Violenza Donne” indetto dall’AIED in collaborazione con Cocoon Projects, che consiste nel tradurre in azione quello che Luigi Pirandello definiva sentimento del contrario, riflessione più profonda che scaturisce dall’immedesimazione nell’Altro/a.

Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:WOMAN'S ART, , , , , , , ,

Punti di vista: si può imparare dalle culture indigene

“Come possiamo insegnare una nuova storia non sessista, non violenta e interreligiosa?” È questa la prima domanda a cui vuole rispondere il convegno Culture indigene di pace. Ri-educarsi alla partnership! organizzato dall’associazione Laima a Torino dal 26 al 28 aprile.

L’idea è che si può imparare dalle culture indigene egualitarie e matriarcali, anche per trovare gli strumenti per affrontare il problema della violenza di genere e degli squilibri nei rapporti tra i sessi. Secondo gli organizzatori, Morena Luciani e Alessandro Bracciali,

“ri-educarsi alla partnership” non significa solo ricercare la parità di genere […] ristabilire un’uguaglianza tra tutti gli esseri viventi e una dimensione eco-spirituale in cui il mondo torni ad essere percepito come Madre. Le testimonianze e gli studi specifici confermano che la pace si raggiunge all’interno di una società non sessista e non gerarchica […]. Per questo vogliamo approfondire i valori educativi che sorreggono questi modelli sociali.

Saranno presenti, tra gli altri, Rosa Martha Toledo Martinez, artista e portavoce della comunità messicana Juchiteca; la scrittrice, ricercatrice e attivista americana Genevieve Vaughan; Ana Maria Estrada, insegnante e direttrice della scuola Montessori di Kyle (Texas); la scrittrice Riane Eisler, autrice de Il calice e la spada e Il piacere è sacro; la scrittrice e attivista Starhawk; Miriam Subirana, autrice di Complici. Liberi dai rapporti di dipendenza, e Francesca Rosati Freeman, studiosa della società matriarcale dei Moso, autrice di Benvenuti nel paese delle donne.

Il convegno si terrà al Palaginnastica di Torino, in via Pacchiotti 71, e prevede conferenze e workshop durante i quali si parlerà di educazione e metodi formativi, dell’influenza del linguaggio e della mitologia sui comportamenti e di decrescita.

È un punto di vista di cui si sente parlare raramente e che può essere interessante approfondire o conoscere.

 

Archiviato in:cultura & scienza, società, , , ,

Cos’è il femminicidio (una volta per tutte)

La giurista Barbara Spinelli spiega sul sito del Corriere della sera, la 27esima Ora cos’è il femminicidio. Spinelli è stata promotrice insieme ad altre del primo rapporto ombra sull’applicazione in Italia della Cedaw, la convenzione internazionale per l’eliminazione di tutte le discriminazioni nei confronti delle donne (nella foto un’immagine di Ciudad Juarez, Messico).

L’intervento della Spinelli polemizza con l’articolo, apparso sempre sul Corriere, dell’editorialista Isabella Bossi Fedrigotti che critica l’uso della parola “femminicidio”, perché svilente, in quanto richiama la parola “femmina”.

Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:diritti, salute, società, stereotipi, , , , , , , , ,

Finanziato il piano nazionale contro la violenza di genere

Il dipartimento per le Pari Opportunità ha pubblicato il bando per il finanziamento della rete antiviolenza e stalking. Sono tre milioni di euro che sono messi a disposizione di centri antiviolenza e antistalking. Il bando dà priorità alle strutture che già fanno parte della Rete nazionale antiviolenza e che partecipano al numero unico 1522. Altro requisito prioritario è l’assenza sul territorio di strutture adeguate per contrastare la violenza contro le donne. Il finanziamento segue il primo Piano nazionale contro la violenza di genere e lo stalking approvato dal ministro Mara Carfagna lo scorso novembre. Si ha tempo per presentare le domande di finanziamento fino al 21 ottobre.

Archiviato in:diritti, Politica, , , , , , ,

Il Brunch – Rassegna stampa

Lo scippo (Radio Radicale, 14 luglio 2011) – Continua lo sforzo delle parlamentari supportato dalle associazioni femminili, per provare a recuperare i soldi del tesoretto rosa, “scippato” dall’ultima finanziaria. Le immagini della manifestazione del 14 luglio davanti a Montecitorio.

Nasce la Rete delle Donne (la Repubblica, 11 luglio 2011) – “A Siena è nato un nuovo movimento delle donne”, assicura Francesca Comencini, regista, autrice teatrale. Un risveglio. “Non è un partito, ma una rete organizzata fatta di tante voci anche diverse e dissonanti che camminano nella stessa direzione”, aggiunge Serena Sapegno, docente di Letteratura italiana e di Studi di genere alla Sapienza. Ultima a parlare dal palco, Carla Fronteddu, 26enne dottoranda in Filosofia politica: “Io non sapevo cosa significava stare dentro un movimento, ma è bellissimo. Al contrario delle donne che hanno vissuto il femminismo degli anni Settanta, io e le mie coetanee siamo cresciute nel vuoto dei movimenti, dentro una società fortemente individualista che non ci ha insegnato a declinare il senso della parola noi“. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:rassegna stampa, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Uomini contro donne e minori

Il mese di giugno si è chiuso nel sangue. Nella notte tra il 25 e il 26 una quindicenne è stata violentata da tre minorenni a Fano; il giorno dopo un uomo ha assassinato la moglie a Padova. Il 28, nella provincia di Cosenza, sono stati arrestati i componenti di una banda criminale accusati di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile. Il 29 un’anziana è stata uccisa nella sua casa di Collegno dal convivente, che poi si è tolto la vita.

Si tratta di episodi, non però di episodi isolati: la violenza maschile sulle donne ha radici culturali resistenti e profonde, benché solo recentemente sia diventata oggetto di studio. Diamo un’occhiata alle cifre. Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:LIBRI, società, , , , , , , , , , , , , ,

“Colpire non è virile”, i risultati

di Laura Preite

L’associazione Donna e politiche familiari ha condotto nel Lazio un progetto sperimentale di cura e assistenza degli uomini violenti. Per un anno, chiamando al numero 388 07 60 690 si poteva ricevere aiuto per prevenire o modificare atteggiamenti violenti e manipolatori. Dopo il primo anno di sperimentazione, l’associazione cerca ulteriori finanziamenti per poter proseguire il progetto.

Leggi il seguito di questo post »

Archiviato in:salute, stereotipi, video, , , , ,

Scrive su WJ

Chi siamo

Un blog collettivo per condividere, approfondire, discutere delle donne, del femminile e del maschile. Siamo anche un motore di ricerca dove trovare collegamenti a gruppi femminili, istituzioni, consultori, ong, centri di ricerca che operano in Italia e all'estero e che si occupano di genere. Qui, le donne sono protagoniste e possono sentirsi a casa. Per segnalazioni e collaborazioni: redazionewj@gmail.com

FB!

tweets

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,818 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: