WOMAN's JOURNAL

Il Brunch – Rassegna stampa

L’inserto femminile dell’Osservatore Romano (Corriere della Sera, 7 aprile 2012) – L’ idea si è fatta concreta durante una passeggiata in campagna, un mese fa, e una chiacchierata tra la storica Lucetta Scaraffia, Ritanna Armeni e il direttore dell’ Osservatore Romano Giovanni Maria Vian. E così, dalla svolta rosa dell’ Osservatore – nata con la direzione di Vian e propiziata da Benedetto XVI – all’ idea di un inserto al femminile, il passo è stato breve. Almeno all’ inizio avrà quattro pagine e cadenza mensile, il titolo di lavoro è “Donne, chiesa, mondo”, anche se tutto è ancora allo stadio iniziale: si sta cominciando a lavorare al numero zero, la speranza è di debuttare a fine maggio.

Donne al comando, rischi e rendimenti (Corriere della Sera, 8 aprile 2012) – Secondo uno studio pubblicato un mese fa dalla Deutsche Bundesbank, l’ aumento della rappresentanza femminile nel top management spingerebbe le banche ad assumere rischi più elevati, il che significa maggiore sensibilità per i profitti. Una conferma viene dalla Borsa di New York dove la scorsa settimana è stata introdotta Annie’ s, una società alimentare “al femminile”.

Una donna nel cda della nuova Autorità per i Trasporti (la Repubblica, 7 aprile 2012) – Palazzo Chigi deciderà presto i componenti della nuova Autorità dei Trasporti, istituita dalla legge “Cresci Italia”. Uno dei tre membri sarà donna e la scelta cadrà sembra su Barbara Marinali, direttore generale al ministero dei Trasporti. Il suo curriculum piace al ministro Passera che ha il potere di proporre al Consiglio dei ministri i nomi dei candidati.

Liste dei board, sempre più donne (Il Sole 24 Ore, 12 aprile 2012) – La legge sulle quote di genere, approvata l’estate scorsa, entrerà in vigore fra tre mesi ma qualche effetto dello storico cambio culturale si vede già nelle liste presentate per i rinnovi dei consigli di amministrazione delle società quotate in occasione dell’imminente tornata di assemblee degli analisti. Simbolo del cambiamento è il gruppo Fiat, che ha già votato per il rinnovo degli organi di governo. Su nove membri del board, due sono donne per la prima volta in 113 anni di storia.

Il sacrificio è donna (Pollastrini dixit) (l’Unità, 7 aprile 2012) – Dalla cronaca due episodi di sfiducia e rassegnazione: il sindaco (donna) che lascia dopo l’ennesima minaccia, l’anziana che si uccide per la pensione ridotta. Il commento dell’ex ministro per le Pari opportunità, Barbara Pollastrini (Pd).

Le donne e la miseria mafiosa (il manifesto, 7 aprile 2012) – Una volta la mafia risparmiava le donne che, però, erano sottomesse alla legge dell’omertà e se dissentivano o soffrivano lo facevano in silenzio. Il codice cavalleresco dei mafiosi non è mai esistito. La donna del mafioso (madre, sorella o moglie che fosse) era un oggetto idealizzato, cloroformizzato nella sua esistenza quotidiana, figura disincarnata e profondamente violentata nella sua identità. Oggi non più.

Golf e remi? Roba da uomini (Corriere della Sera, 8 aprile 2012) – “È passato tanto tempo da quando le donne erano escluse da tutto”: e così Barack Obama, grande appassionato di golf, ha deciso di schierarsi contro il maschilismo dello storico Augusta National Golf Club: non gli va giù che non siano ammesse le donne e che non possano giocare né guardare le partite. Ma se si va a guardare la mappa dei circoli e dei club italiani, si vede che anche da noi la situazione stride irrimediabilmente con la battaglia per le quote e il nuovo impegno per una rappresentanza di genere.

L’inseminatore seriale (la Repubblica, 10 aprile 2012) – E’ l’altro volto dell’inseminazione: naturale, non artificiale. La cerchi su Internet, e trovi Ed (www.edhouben.eu), e altri inseminatori seriali come lui. Non chiedono soldi, solo le spese di viaggio se devono spostarsi. Fanno l’amore con le donne che li hanno ingaggiati per fecondarle.

Le tette non sono femministe” (Libero, 11 aprile 2012) – “Ci risiamo. Le Femen sono riapparse a Kyiv, arrampicate sul campanile della cattedrale di Santa Sofia, per protestare contro un disegno di legge che metterebbe in discussione l’aborto. La mise, manco a dirlo, era quella di sempre: coroncina di fiori in testa modello Cicciolina sbarca in Ucraina, jeans attillato, più scarabocchi sul corpo di Fabrizio Corona e tetta seconda misura coppa b rigorosamente al vento”. L’opinione di Selvaggia Lucarelli.

La storia di Fakhra (Corriere della Sera, 11 aprile 2012) – Dodici anni fa denunciò l’ex marito (che si è sempre detto innocente) per averla sfigurata. Danzatrice del quartiere a luci rosse di Karachi — un eufemismo per prostituta — aveva sposato un cliente benestante, ma il matrimonio era fallito, lei lo accusava di abusi. Nel 2000, fu assalita nel sonno, un uomo la tenne ferma, un altro le versò l’acido sul volto e sul petto. Arrivata a Roma con il figlio, ha ottenuto l’asilo politico e si è sottoposta al bisturi 38 volte, a spese della Sanità pubblica. Ha scritto un libro, Il volto cancellato (con la giornalista Elena Doni). Il 17 marzo, a 33 anni, si è buttata dal sesto piano dell’appartamento capitolino dove viveva grazie al Comune.

Concita racconta Miriam (la Repubblica, 10 aprile 2012) – “Noi giovani la ascoltavamo come un oracolo, naturalmente, ma lei era bravissima a domandare, finiva sempre per ascoltare noi. Ricordo la prima volta nell’ascensore piccolo, quello da due persone: sei fortunata a seguire la politica, mi disse, ci vogliono donne a raccontare la politica, a mostrarla per quello che è. Avrebbe voluto fare la storica, è stata una delle più grandi giornaliste del secolo”.

Annunci

Archiviato in:rassegna stampa, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,818 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: