WOMAN's JOURNAL

Le parole delle donne

Nell’anno del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, Ponte alle Grazie ha pubblicato Parola di donna, una raccolta di cento parole, spiegate da altrettante esperte, che hanno trasformato la nostra società nel corso della storia recente e che della trasformazione sono il prodotto.

Sono “le parole del femminismo”, spiega nell’introduzione Ritanna Armeni, curatrice del volume, giornalista e scrittrice, autrice tra l’altro de La colpa delle donne. Dal referendum sull’aborto alla fecondazione assistita: storie, battaglie e riflessioni (2006).

Non si tratta semplicemente dei termini che hanno segnato e determinato la rivoluzione femminile –l’intento non è solo storiografico –, ma di una selezione dei concetti che meglio rappresentano il cambiamento della condizione, del pensiero, dell’immaginario femminile avvenuto grazie alle battaglie delle donne. Così Monica Lanfranco parla di autocoscienza, Marisa Rodani di emancipazione e Bianca Beccalli di parità, Elettra Deiana definisce il patriarcato, Marina Terragni gli uomini, mentre Lea Melandri riflette sul corpo, constatando come il femminile sia ancora rappresentato con “gli attributi che lo hanno caratterizzato tradizionalmente” e chiedendosi se sia questa la soggettività immaginata dalle femministe negli anni Settanta. E ancora Angela Azzaro parla di clitoride, Silvia Neonato del collettivo, Ida Dominijanni di differenza, Barbara Pollastrini di diritti, Simonetta Piccone Stella di genere, Annalisa Terranova di identità, Emma Bonino di militanza… Ma, in ordine alfabetico, troviamo anche le parole che rappresentano il mondo contemporaneo nel modo più pregnante: autostima (Maria Luisa Agnese), bellezza (Elena Doni), bioetica (Luisella Battaglia), destra (Flavia Perina), libertà (Clara Sereni), lavoro (Susanna Camusso), pubblicità (Caterina Soffici), quote di genere (Vittoria Franco), scienza (Anna Meldolesi), seduzione (Ginevra Bompiani), solidarietà (Franca Bimbi), stereotipo (Lorella Zanardo), velo (Paola Caridi), welfare (Livia Turco), tra le altre.

Il risultato è un libro che, raccontando la trasformazione della società occidentale, ma in particolare di quella italiana, ne mette in evidenza le contraddizioni e le questioni irrisolte, una sorta di piccola enciclopedia del lavoro fatto dalle donne e del loro ruolo in relazione a temi nodali del quotidiano, in cui ogni autrice parla con la propria voce e attraverso la propria esperienza, senza dimenticare le numerose pensatrici e attiviste alle quali dobbiamo la presa di coscienza, la discussione teorica e la lotta.

 

Annunci

Archiviato in:LIBRI, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,818 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: