WOMAN's JOURNAL

Il Brunch – Rassegna stampa

Le donne a quota 65 (Corriere della Sera, 15 settembre 2011) – Per aggiustare i conti pubblici è stato dunque necessario metter mano ancora una volta alle pensioni. C’è n’è per tutti nelle due manovre correttive che hanno avvelenato l’estate degli italiani. Si va dall’innalzamento dell’età di vecchiaia delle donne, all’anticipo dell’adeguamento automatico dei requisiti anagrafici alle speranze di vita che doveva invece scattare nel 2015, ed al congelamento della perequazione automatica delle pensioni più elevate.

Una donna per la Danimarca (La Stampa, 14 settembre 2011) – Helle Thorning Schmidt entrerà nella storia del suo Paese, la Danimarca, in qualità di prima donna ad assumere la carica di Primo Ministro, riportando al potere i socialdemocratici, dopo 10 anni. La coalizione guidata dalla Schmidt ha infatti guadagnato 89 seggi (sui 179 del Parlamento), vincendo di poco sugli 86 conquistati dal centrodestra capeggiata dall’attuale primo ministro.

Mamme sempre più nonne (Avvenire, 15 settembre 2011) – Per il secondo anno consecutivo le nascite in Italia sono diminuite: secondo l’Istat, nel 2010 sono state 561.944 contro le 568.857 del 2009 e le 576.659 del 2008. In un caso su cinque il bimbo è figlio di una coppia con almeno un componente straniero, in un caso su quattro la coppia non è coniugata e sempre meno raramente i genitori, ma soprattutto le mamme, hanno almeno 40 anni.

L’esercito rosa in marcia per la parità (il Giornale, 15 settembre 2011) – Le donne nuove protagoniste della gestione del potere economico; Lella Golfo (Pdl), dopo la definitiva approvazione della legge sulle quote rosa, insiste sulla strada della parità sostanziale di genere: “Ora bisogna radicarla nella società”.

Le mogli sfidano i Marcegaglia (Terra, 15 settembre 2011) – A Cutro ci sono le anti-Lisistrata. Mentre le donne ateniesi avevano indetto lo sciopero del sesso per convincere i mariti a sospendere la guerra del Peloponneso, le mogli dei lavoratori della centrale biomasse Eta di Cutro (in provincia di Crotone) ieri mattina sono salite sulla ciminiera per dare man forte alla protesta dei mariti. I 44 lavoratori sono in cassa integrazione dalla scorso mese di maggio. Ufficialmente l’impianto ha chiuso solo per essere messo a nuovo per produrre più energia elettrica, ma gli operai temono che non sarà più riaperto. Anche perché lo stesso gruppo sta assumendo a Manfredonia. Per questo, per il quarto giorno consecutivo, presidiano la ciminiera.

La battaglia di Barbara contro B16 (Il Messaggero, 14 settembre 2011) – Il ricorso è stato presentato alla Corte de L’Aia soltanto ieri, ma tra gli esperti – nonostante la presidente di una delle associazioni promotrici, Barbara Blaine, abbia dichiarato al Washington Post che “le 20mila pagine di documentazione raccolta soddisfano pienamente i criteri della Corte penale internazionale” – le perplessità sui fondamenti giuridici della questione sono considerevoli. Stiamo parlando dell’accusa rivolta al papa e a tre alti esponenti del Vaticano – il segretario di Stato card. Bertone, il suo predecessore card. Sodano, e il prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, card. Levada – di crimini contro l’umanità per aver coperto cinque casi di abusi sessuali su minori, avvenuti nella Repubblica Democratica del Congo e negli Usa ad opera di preti belgi, indiani e statunitensi.

La lady di ferro della scienza (la Repubblica, 13 settembre 2011) – “Faccio la veterinaria, ma non curo cani e gatti. Sono una scienziata, una scienziata made in Italy”. Ilaria Capua, 45 anni, un accento romano che ogni tanto affiora in un inglese perfetto, domani a Philadelphia riceve il Penn Vet Leadership Award, forse il massimo riconoscimento per chi fa il suo lavoro (non solo per i centomila dollari). Negli Stati Uniti la scelta ha fatto un certo scalpore per due motivi: è il primo under 60 ad essere insignita del premio; ed è la prima donna. Ma da un punto di vista italiano, c’ è un aspetto ancora più eclatante. Ilaria Capua non è un cervello in fuga, anzi, ha svolto tutta la sua carriera accademica e scientifica in Italia edè alla guida di una struttura del vituperato servizio sanitario nazionale: l’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, che ha sede a Legnaro, in provincia di Padova.

Annunci

Archiviato in:rassegna stampa, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 30,346 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: