WOMAN's JOURNAL

Il Brunch – Rassegna stampa

Aids, sempre più donne infette (Il Messaggero, 23 luglio 2011) – Sembrava sotto controllo, ma non lo è: il virus dell’Hiv in Italia infetta una persona ogni due ore, mentre sembra che si stia riducendo il numero di pazienti che lo contraggono. Secondo i dati diffusi dall’Istituto superiore della Sanità è cresciuta l’età media degli infetti: 39 anni. Il 40% sono donne.

Il rimpasto rosa di Alemanno (Il Messaggero, 20 luglio 2011) – È il terzo rimpasto della giunta Alemanno, reso necessario dalla sentenza del Tar che aveva azzerato la giunta capitolina accogliendo due ricorsi per il mancato rispetto delle quote rosa. Per dirla in breve: troppe poche le donne tra gli assessori di Alemanno, l’unica era Sveva Belviso, titolare della delega alle politiche sociali. Ecco dunque cosa cambia: la Belviso conserverà l’assessorato alle politiche sociali ma sarà anche il nuovo vice sindaco al posto del senatore Mauro Cutrufo. L’altra donna in giunta è invece Rosella Sensi, ex presidente della As Roma. La Sensi si occuperà della promozione dei grandi eventi e della candidature di Roma alle Olimpiadi 2020, avrà anche la delega alla moda.

Kemal, una donna per l’Egitto (Il Messaggero, 17 luglio 2011) – In seguito agli importanti avvenimenti di piazza Tahrir, agli scontri e alle rivolte, il paese del Nilo ha voglia di ricostruirsi. Fra i numerosi candidati per guidare la ripresa spunta il nome di una donna: Bothaina Kamel, diventata famosissima con una trasmissione televisiva chiamata “Eterafat al-Leyali” (Confessioni notturne), in cui il pubblico poteva parlare di infedeltà, abusi di potere e diritti gay.

Il Pakistan sceglie una donna per la sua diplomazia (La Stampa, 20 luglio 2011) – Ha prestato giuramento il 19 luglio, Hina Rabbani Khar, il nuovo ministro degli Esteri del Pakistan, la prima donna nella storia del Paese a ricoprire l`incarico e il più giovane capo della diplomazia che la nazione centroasiatica abbia mai avuto. Classe 1977 e master all`Università del Massachusetts, Hina è diventata in pochi anni ùn punto di riferimento per la Pakistan Muslim League,protagonista di una scalata politica veloce sino alla designazione come vice di Shah Mehmood Qureshi, l`ex capo della diplomazia pachistana.

La donna che fa sciogliere un Comune per mafia (Il Fatto Quotidiano, 17 luglio 2011) – Perfetto ritratto (senza offesa) della banalità del bene. Impiegata della Confederazione italiana degli agricoltori. Capelli biondi a caschetto, occhialini, una tunica larga. Tutti ora dicono “consiglio comunale sciolto a Bordighera”. E ammaestrano il pubblico dei dibattiti, perché – vedete un po’ – i consigli comunali si sciolgono per mafia anche al nord, anche vicino alla Francia. Già, bello dirlo dopo, quando lo sanno tutti. Ma prima c’è stata lei, Donatella Albano. Sola e disarmata con una esigua pattuglia di amici e compagni. Consigliera comunale circondata dalla diffidenza e dalle battute al fiele. Perfino nelle sue file.

Una via rosa per uscire dalla crisi (la Repubblica/Affari e Finanza, 18 luglio 2011) – Se loro lavorassero, nelle famiglie ci sarebbero più soldi e più figli. Se invece di dedicarsi solo alla casa le donne tirassero fuori dal cassetto diplomi e lauree, l’Italia potrebbe farcela prima e meglio. Non è più solo una questione di pari opportunità e non lo dicono solo le femministe. È questione di ripresa economica e lo dice Mario Draghi, governatore della Banca d’Italia e futuro presidente della Bce.

Un aiuto economico alle donne che rinunciano ad abortire (Avvenire, 21 luglio 2011) – La giunta della Regione Lombardia, su proposta dell’assessore alla Famiglia Giulio Boscagli, ha deciso di rifinanziare con 5 milioni di euro (1 per il 2011 e 4 per il 2012) il Fondo Nasko. Avviata nell’ottobre 2010 con una dotazione di 5 milioni, questa iniziativa è destinata alle donne che rinunciano a una interruzione di gravidanza che sarebbe causata da problemi economici e che accettano e rispettano un piano personalizzato, formulato in collaborazione con i consultori familiari o i centri di aiuto alla vita.

Il vento rosa del cambiamento (l’Unità, 19 luglio 2011) –  “La nuova fase che si e aperta nel paese a seguito delle elezioni amministrative e dei referendum è fortemente intrecciata con un protagonismo femminile che si esprime con caratteri di grande novità. Le donne hanno votato più degli uomini nei referendum e la partecipazione attiva nella campagna per le amministrative è stata riconosciuta nelle giunte paritarie che si sono formate a seguito della vittoria del centrosinistra in tante grandi e piccole città”. L’intervento di Roberta Agostini.

Annunci

Archiviato in:rassegna stampa, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,690 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: