WOMAN's JOURNAL

A strisce bianche e blu.

“Uhh… un parcheggio vuoto, è mio!!!”

Valentina inchioda, mette la freccia e si precipita a destra: “Questa volta non mi fregate, parcheggio mio mio mio ahahahah…..UHHHHHH…..EVVAI!!!MIO MIO MIO!!!!”.

I cittadini romani devono sempre lottare e resistere contro ogni genere di sopruso, compresa la carenza assoluta di parcheggi. Così, quando si ha la fortuna sfacciata di trovare un posto libero, si rischia di cadere nel pericolosissimo baratro del “delirio da automobilista romano”.

Valentina ha sempre sostenuto questa teoria e, convinta del suo pensiero, cerca quotidianamente di trovare nuovi adepti da coinvolgere per diffondere il suo verbo.

“Sai come si chiama quello Cri? Si chiama “delirio dell’automobilista ”, è una sindrome, dilagante, soprattutto a Roma… Non guardarmi male, quello che ti dico è sostenuto dai più grandi psicologi del mondo. Quelli lì vengono apposta in Italia per studiare il comportamento dei romani!!!”

Se ne esce così Valentina, a tradimento, appena può zac! Cerca di convincere qualcuno travolgendolo di parole.

“Vedi, quando tu sei sotto stress, dopo una giornata di lavoro, la metro, la pioggia, il casino, il turista che ti ride in faccia, la palestra che sta per cominciare e tu non ne hai voglia, i capelli sporchi … Bhè, io ti dico che se in uno di quei giorni lì avvisti un parcheggio libero per strada, allora sei sicuro che cadi nel DELIRIO! Ed è difficile uscirne fuori, soprattutto se ci sono le strisce bianche!”

“E che succederà mai …. Dai Vale, sei la solita esagerata …”

“Succede questo, ecco cosa succede: inchiodi fregandotene di chi è alle tue spalle, fai una retromarcia che metteresti sotto anche una vecchia senza il minimo scrupolo, cominci a ridere, gridare, a dire << è MIO, è MIO, brutti bastardi, questa volta ci vado io, non mi fregate>>. E questo è solo l’inizio. Quando tornerai a casa parlerai solo di te, del tuo parcheggio, della tua abilità e destrezza nell’insinuarti nel traffico e te ne infischierai di qualunque altra cosa accada nel mondo”.

** ** **

“Amore, sono tornata!!! Non sai cosa è successo oggi ….”

“Cosa?!”

“Ho trovato un parcheggio sotto casa …. Strisce bianche, non blu capito??? BIANCHE!Non sai che ridere, c’era una dietro di me, una tizia che stava attaccata al clacson, ma io non ho mollato amore, ho fatto una manovra e ho lasciato tutti a piedi!”

“Amore, guarda che ha chiamato Michele a casa prima, dice che non si sente troppo bene, lo andiamo a trovare questa sera?”

Michele è un amico di Valentina e da quando lei si è fidanzata con Marco, il suo migliore amico. Si vedono poco, ma si sentono spesso al telefono e lui le racconta tutto, recuperando il vuoto di presenza che li aveva separati più del solito.

“Andarlo a trovare …. Ma proprio questa sera? Non può venire lui da noi?”

“Lo sai che abita lontano, mica vorrai fargli fare tutta quella strada in motorino da solo …” Marco trova sempre il modo per farla sentire mortalmente in colpa, ma a lei piace che sia così.

“Ma io veramente, ho girato due ore per trovare parcheggio …”

“Vale ….”

“Ok, sono pronta … le chiavi le ho prese io …”

Lui la bacia, la stringe sui fianchi.

Lei spegne la luce e chiude la porta dietro di loro …

Annunci

Archiviato in:UNA STANZA TUTTA PER SÉ

3 Responses

  1. Emigrata79 ha detto:

    Il problema e’ reale e globale! Negli USA e’ stato persino creato un reality sull’argomento dal titolo molto evocativo: “Parking Wars”! http://www.aetv.com/parking-wars/

  2. stefy ha detto:

    Vale sei troppo forte…io condivido la tua idea sulla sindrome dell’automobilista romano…e sono d’accordo sul fatto che sia contagiosa! io vengo dal nord, come mi dice il mio fruttarolo sono “nordista” ( lui mi ha subito sgamata perchè ha vissuto un anno a Genova!) e quindi..molto rispettosa delle regole. Ma da quando vivo a Roma ho sviluppato una doppia personalità: normalmente mi presento come “nordista” ma quando mi ritrovo a combattere nel traffico la belva che è in me si palesa..entro anch’io in una specie di trance durante il quale posso compiere manovre spericolate,pseudo furbate e altro. Ma Vale tu hai ancora qualcosa da imparare…io non avrei mai lasciato quel parcheggio sulle strisce bianche!!!

  3. stefania ha detto:

    errore!!!!mai e poi mai lasciare il parcheggio per dippiu’ sulle strisce bianche!!……pero’e’ anche vero che hai dato ad un altro automobilista la possibilita’ di gioire di quel posto………..GRANDE VALE SEI BRAVISSIMA!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,792 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: