WOMAN's JOURNAL

Il Brunch – Rassegna stampa della settimana

La morte di Tullia Zevi (La Stampa, 23 gennaio 2011) – Tullia Zevi – morta a Roma a 92 anni – giornalista e scrittrice è stata la prima, e finora unica donna, ad aver guidato l’Unione delle Comunità ebraiche italiane. Moglie dell’architetto e critico d’arte Bruno Zevi, era nata a Milano il 2 febbraio 1919, apparteneva ad una famiglia della buona borghesia ebraica e il padre era un noto antifascista.

Donna clandestina dell’anno (Repubblica, 23 gennaio 2011) – Madina Salamova, 25 anni, ha una laurea dall´Università di Trondheim e parla un norvegese impeccabile, tanto da aver scritto un´autobiografia che a dicembre scorso le ha fatto guadagnare il titolo di “Norvegese dell´anno” dalla rivista Ny Tid. Sembrava il simbolo dell´integrazione perfetta. Eppure il governo di Oslo è pronto a deportarla, perché l´immigrata più famosa del Paese è un´illegale.

Femminismo nuovo di donne nuove (l’Unità, 24 gennaio 2011) – “Le ultime vicende personali del premier Silvio Berlusconi sono l’ennesima puntata di una regressione culturale della società italiana, di cui ci ha fornito un interessante spaccato l’ultimo rapporto Censis. Un termine evocato su più fronti è dignità, dagli operai di Mirafiori, indipendentemente dalla loro espressione di voto, alle donne, offese dall’immagine imposta mediaticamente. Ci torna in mente il finale del documentario “Il corpo delle donne” di Lorella Zanardo: una ragazza appesa a un gancio circondata da prosciutti e marchiata sul sedere. Sembriamo praticamente assuefatti. Ma le altre donne”, le donne ‘normali’ cosa pensano? Dove sono?” (Monica Cerruti).

Donne o bambole? (La Stampa, 25 gennaio 2011) – Molte donne in questi giorni si stanno interrogando sul loro ruolo nella società italiana, come è accaduto ogni volta che, in questi ultimi anni, qualche scandalo sessuale ha scosso il mondo della politica. val la pena ricordare alcuni dati resi noti pochi giorni fa dall’Istat e passati quasi sotto silenzio: in Italia una donna su due non lavora e non cerca lavoro. Donne semplicemente inattive. Si tratta di un tasso di inattività che supera quello di tutti gli altri 26 Paesi europei (con l’esclusione di Malta, se questo può consolare).

Le donne perdute e conformiste (Corriere della sera, 26 gennaio 2011) – “La prostituta interpretata da Anna Magnani in Mamma Roma è una donna dalla personalità grandiosa; la Saraghina di Fellini è una creatura poetica. Se provo a guardare Ruby, Nadia Macrì o Nicole Minetti mi chiedo perché non riesco a dare loro lo spessore che spetta alle protagoniste di una storia da raccontare. Per costruire un personaggio, infatti, e per sviluppare una trama delle sue azioni, occorre lavorare su una coscienza non dico tragica, ma quantomeno problematica e presente a se stessa” (Silvia Avallone).

La storia di Ernestina Cornacchia (Famiglia Cristiana, 27 gennaio 2011) – C’ è chi a 50 anni impara a giocare a bridge e chi decide che è venuto il momento di rimboccarsi le maniche per gli altri. Ernestina Cornacchia appartiene alla seconda categoria: “Negli anni grigi ho realizzato il sogno degli anni verdi”, scherza lei in un pastiche di dialetto mantovano e brasiliano. Perché da vent’ anni la signora Cornacchia vive nelle favelas come missionaria laica.

Donne in piazza il 13 febbraio (Corriere della sera, 28 gennaio 2011) – Una mobilitazione in tutte le città italiane domenica 13 febbraio per ridare dignità alle donne: se non ora quando? L’iniziativa più politicamente trasversale non si potrebbe perché quello che emerge dalle carte dei pm della Procura di Milano sul caso Ruby, “un modello di relazione tra donne e uomini, ostentato da una delle massime cariche dello Stato, incide profondamente negli stili di vita e nella cultura nazionale, legittimando comportamenti lesivi della dignità delle donne e delle istituzioni. Chi vuole continuare a tacere, sostenere, giustificare, ridurre a vicende private il presente stato di cose, lo faccia assumendosene la pesante responsabilità, anche di fronte alla comunità internazionale”.

(gv)

Annunci

Archiviato in:rassegna stampa, , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Unifem news

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Women watch delle Nazioni Unite

  • UN gender equality news feed ottobre 13, 2011
    The Womenwatch RSS feed has moved to UN gender equality news feed. Please update your news reader and bookmarks.

tweets

Scrivici

Segnalaci la tua lettura preferita a tema donne, relazioni e genere redazionewj@gmail.com

Visite

  • 29,523 volte

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere le notifiche dei nuovi articoli

Segui assieme ad altri 14 follower

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: